Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni clicca qui.

PICCOLO

***in allegato la circolare di AUSL Reggio Emilia ad oggetto "TRACCIAMENTO CASI COVID-19: INFORMAZIONI UTILI" che recepisce la Circolare ministeriale del 12 Ottobre 2020.

 

--------

La circolare 32850 del Ministero della Salute del 12 ottobre scorso ha fatto chiarezza sulle novità in merito alla durata e al termine dell’isolamento e della quarantena.

I CONTATTI

Contatto indiretto: se si è contatti indiretti di una persona risultata positiva (cioè si è avuto un contatto stretto con una persona che a sua volta ha avuto un contatto stretto con un soggetto positivo) non sarà necessario fare niente – a meno che la persona con cui si è avuto un contatto stretto non risulti a sua volta positiva.

Contatto diretto asintomatico: se si è contatti stretti di una persona risultata positiva, pur rimanendo asintomatici, è sufficiente osservare un periodo di quarantena di 14 giorni dalla data dell'ultimo contatto; in alternativa, per uscire prima dalla quarantena, è possibile effettuare un tampone a partire dal 10° giorno dalla data dell'ultimo contatto in poi. Qualora però ci si trovi in condizioni di regolare contatto con persone fragili a rischio, è necessario effettuare sempre e comunque un tampone a fine quarantena.

Contatto diretto sintomatico: se si è contatti stretti di una persona risultata positiva, e insorgono sintomi potenzialmente riconducibili a Covid-19, è necessario sottoporsi a un tampone. Se il test risulta negativo, è possibile interrompere la quarantena (ferma restando la guarigione dai sintomi, per ridurre la trasmissione di eventuali altre infezioni come l’influenza stagionale). Se il test risulta invece positivo, si passa da contatto stretto a caso.

I CASI

Caso asintomatico: se un primo tampone è risultato positivo, ma si è asintomatici, il rientro in comunità è possibile solo in seguito a un tampone con esito negativo effettuato dopo almeno 10 giorni di isolamento.

Caso sintomatico: se un primo tampone è risultato positivo, e si è sintomatici, il rientro in comunità è possibile solo in seguito a un tampone con esito negativo effettuato dopo almeno 10 giorni di isolamento e almeno 3 giorni senza sintomi (questi ultimi giorni possono essere inclusi nei 10 giorni minimi di isolamento oppure essere successivi, a seconda dell'evoluzione dell'infezione, che varia da persona a persona).

Caso di lungo termine: se pur guarendo da tutti i sintomi (eccezion fatta per le alterazioni di gusto e olfatto, che spesso persistono per molte settimane) il caso ex sintomatico continua a risultare positivo al tampone, il rientro in comunità è possibile dopo 21 giorni di isolamento, laddove autorizzato dalle autorità sanitarie in relazione al caso specifico (alcune persone, come ad esempio gli immunodepressi, possono infatti restare contagiosi in modo prolungato).

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (C_Stampa_chiarimenti contatti e isolamenti.pdf)CONTATTI E ISOLAMENTI 131 kB