Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni clicca qui.

banner affitto

 

 

E' possibile presentare la DOMANDA  per l’erogazione di contributi per la rinegoziazione delle locazioni esistenti e/o la stipula di nuovi contratti a canone concordato.

Il bando mira  a  favorire la rinegoziazione dei canoni di locazione, con eventuale modificazione della tipologia contrattuale, quale strumento per fronteggiare la difficoltà nel pagamento del canone oltre a incentivare i proprietari di alloggi sfitti a immetterli sul mercato della locazione a canone concordato. 

REQUISITI PER L’ACCESSO

Per l’ammissione al contributo, al momento della presentazione della domanda, devono sussistere le seguenti condizioni:

A. Cittadinanza (requisito indispensabile sia per il locatore che per il conduttore)

A1. Cittadinanza italiana;

oppure:

A2. Cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione europea;

oppure:

A3. Cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione europea per gli stranieri che siano muniti di permesso di soggiorno di durata  di almeno 1 anno o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D. Lgs. N. 286/98 e successive modifiche;

Titolarità o contitolarità del contratto rinegoziato ad uso abitativo (con esclusione delle categorie catastali A/1, A/8, A/9) redatto ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipula e regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda di contributo;

Titolarità o contitolarità di un atto di rinegoziazione del contratto di locazione secondo i criteri di cui al punto 6 del presente Avviso “Tipologia di rinegoziazione ed entità del contributo”;

La stipula della rinegoziazione deve avvenire in data successiva al 2/11/2023 con riferimento all’annualità 2024 e, nelle annualità successive, la stipula deve avvenire dopo il 2/11 dell’anno precedente;

L’efficacia della rinegoziazione non può essere anteriore alla data della stipula dell’atto di rinegoziazione stesso;

La rinegoziazione del contratto deve essere registrata all’Agenzia delle Entrate;

Per il nucleo familiare del conduttore, l’ISEE ordinario o corrente in corso di validità non deve essere superiore ad € 000,00. Nel caso di rinegoziazione cointestata a più conduttori, la somma del valore ISEE dei nuclei a cui i conduttori appartengono non deve essere superiore a € 35.000,00;

Residenza, oppure dimora abituale, nell’alloggio oggetto del contratto di rinegoziazione (requisito indispensabile per il conduttore);

Non devono sussistere rapporti di coniugio oppure di parentela entro il terzo grado oppure di affinità entro il secondo grado tra locatore e conduttore.

CAUSE DI ESCLUSIONE DAL CONTRIBUTO E DI INCOMPATIBILITA’

Sono cause di esclusione dal contributo le seguenti condizioni del nucleo familiare ISEE:

  • essere assegnatario di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica;
  • avere un contratto di locazione a uso abitativo con categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

Per l’intera vigenza della rinegoziazione, i componenti del nucleo ISEE non possono presentare domanda per il contributo relativo al “Fondo regionale per l’accesso alle abitazioni in locazione di cui alla L.R. 24/2001” (“Fondo Affitto”).

 

pdf Avviso affitti (36 KB)

document Modulo domanda 2024 (1) (65 KB)

 

Per info:  Debora Donelli 

Servizi Sociali  del Comune di Gualtieri

Tel. 0522221829 / 0522 221837